02. L’ottavo obiettivo

Sviluppare una partnership globale per lo sviluppo

Gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio riconoscono esplicitamente che si può eliminare la povertà solo attraverso una “partnership globale per lo sviluppo”, che veda tutti i Paesi reciprocamente impegnati rispetto a responsabilità specifiche.

I dati del Rapporto UNDP (Programma delle Nazioni Unite per lo Sviluppo)

Mai come oggi le nazioni che possono sostenere finanziariamente la cooperazione internazionale sono state così ricche. Nondimeno, destiniamo a chi si trova in condizioni di bisogno meno di quanto facessimo all’inizio degli anni Sessanta: l’attuale paradosso è che 26 dei 31 Paesi più indigenti ricevono oggi solo il 7,6% del totale degli aiuti internazionali: meno di quanto ricevevano nel 1990 (11,9%)

Il traguardo

Entro il 2015, i 189 stati membri si sono impegnati ad espletare una serie di interventi di sviluppo, principalmente in quattro aree: cooperazione allo sviluppo, debito estero, commercio internazionale, trasferimento delle tecnologie

Le necessità

Eliminare i sussidi alle esportazioni agricole (sussidi che provocano forti distorsioni dei prezzi sul mercato mondiale, diminuiscono la competitività dei produttoti agricoli dei paesi poveri e ne distruggono i mercati locali di auto-sostentamento) entro il 2010.

Per approfondire

Scarica la scheda completa dell’Ottavo obiettivo.

[testo tratto dal sito: Campagna per il Millennio]


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: